eBook PDF di Massimo Varini – Come la pastura per il pescatore e il vento per l’aquilone

13,90

Versione digitale in PDF (completa di copertina) del libro di Massimo Varini. 260 pagine con illustrazioni. Al termine dell’ordine si visualizzerà l’ordine contenente il link per il download, si riceverà anche un’email di conferma con il link da cui scaricare il libro (una volta visualizzato nel browser, salvarlo sull’hard disk, il sistema non permette più download)

Il primo libro di Massimo Varini.

La prefazione, scritta da Luca Francioso, spiega alla perfezione il contenuto e gli scopi di questo testo appassionante.

Leggere i PDF allegati a questo prodotto, la prefazione e molti frammenti tratti dal libro.

Su questo store è presente anche il libro cartaceo, stampato su carta riciclata.

Link alla versione cartacea: https://store.massimovarini.it/product/come-la-pastura-per-il-pescatore-e-il-vento-per-laquilone/

ISBN versione PDF 978-88-945121-9-9

Versione digitale in PDF (completa di copertina) del libro di Massimo Varini. 260 pagine con illustrazioni. Al termine dell’ordine si visualizzerà l’ordine contenente il link per il download, si riceverà anche un’email di conferma con il link da cui scaricare il libro (una volta visualizzato nel browser, salvarlo sull’hard disk, il sistema non permette più download)

Il primo libro di Massimo Varini.

La prefazione, scritta da Luca Francioso, spiega alla perfezione il contenuto e gli scopi di questo testo appassionante.

Leggere i PDF allegati a questo prodotto, la prefazione e molti frammenti tratti dal libro.

Su questo store è presente anche il libro cartaceo, stampato su carta riciclata.

Link alla versione cartacea: https://store.massimovarini.it/product/come-la-pastura-per-il-pescatore-e-il-vento-per-laquilone/

ISBN versione PDF 978-88-945121-9-9

 

Prefazione:

Questo non è un libro, è una testimonianza. E affrontarne la lettura non è soltanto leggere, ma è un’esperienza. 

La testimonianza di Massimo è intima e sincera come una confidenza, intensa e accurata come una confessione, sospinta e appassionata come una dichiarazione. Le sue parole, sempre molto attente e misurate, sono quelle di chi è stato sul campo, di chi ha una storia sulla fronte e la terra sotto le scarpe, di chi ha mappato i suoi piani di fuga sui tracciati delle sue cicatrici, e in un mondo che troppo spesso si confonde tra il “sentito” e il “sentito dire” non è certo poca cosa. 

Massimo fissa su carta una vita intera: spiega, indica e narra di sé con l’evidente intento di distillare da ogni sua singola scelta personale e professionale possibili chiavi di lettura che favoriscano il compimento di obiettivi altrui, con la costante premura di non essere frainteso, poiché il consiglio, ancor più l’esortazione, genera circospezione, inevitabilmente. 

Nessun ricettario o formulario, dunque, né ciarle da imbonitore per smerciarne i rimedi, soltanto suggestioni, interpretazioni, idee, quesiti, proposte e percorsi eventualmente da accogliere, che Massimo sintetizza, dispone e pianifica con la medesima attitudine con cui elabora i suoi metodi di didattica musicale. 

Così come nei suoi manuali, si prodiga in una lucida e accurata analisi di dettagli di vita intimi e circostanti, suggerendo ragioni e procedimenti di certo opinabili, tuttavia coerenti, per ottimizzare il moto di un’idea lungo la sua evoluzione: nessuna idea può diventare un obiettivo se prima non è stata un sogno. 

L’esperienza della lettura di questo libro è attiva e dinamica, non è circoscritta al consueto flusso di informazioni da recepire: le storie di vita raccontate e le chiavi di lettura proposte generano in chi legge, immediatamente e inevitabilmente, lo stimolo di soluzioni alter- native per i propri progetti, non soltanto quelli ancora aperti, ma anche quelli da aprire e addirittura quelli già chiusi da tempo. 

Testimonianza ed esperienza, dunque. Questo libro è la trascrizione di un incontro che si deve ancora compiere, un incontro a distanza di tempo e di spazio tra chi scrive e chi legge, le cui pagine diventano, mentre le si sfogliano, il confortevole salotto di un confronto. 

Luca Francioso 

 

 

ECCO L’INDICE DEI CONTENUTI:

Premessa

 

  1. Come la pastura per il pescatore

Che titolo strano e complesso

Qual è il significato del titolo?

Immaginarsi il risultato

Non è un libro per imparare a pescare, è molto più profondo e rivolto verso l’interno

Chi scrive un libro di questo tipo ha risolto tutti i suoi problemi?

 

  1. Il vento per l’Aquilone

Azioni e reazioni (come decidiamo di affrontare i passi da fare)

La direzione e la distanza dall’obiettivo (allontanarsi per prospettiva)

La resistenza e la perseveranza (metabolismo del progetto)

L’umiltà: forma d’intelligenza

 

 

  1. Azioni e reazioni

 

Come la pastura per il pescatore: la pesca sportiva

Analizziamo ed elaboriamo la storiella

Chiave di lettura e applicazione

Sogno o obiettivo?

Primo esempio propedeutico: la mia prima maratona

Il “viaggio” della pastura

Come reagiamo alle difficoltà

 

 

  1. Metodi e Princìpi

Riconoscere i princìpi fondamentali

Serve un motivo per cambiare: perché sogni o perché non sopporti piùù

Un mio cambiamento

Il colpo di fortuna: il treno che passa una volta sola?

La pianificazione funziona in ogni scala di tempo (micro e macro)

La mia pianificazione del lavoro

Multitasking

I competitor ci influenzano?

Nel bene e nel male siamo in competizione

Non sempre la strada più lenta è la peggiore

Pazienza

 

  1. Schemi e attitudini mentali

Schemi ricorrenti

Essere pessimista fa andare male le cose?

L’ottimismo aiuta a perseguire obiettivi?

La creatività ha i suoi ostacoli, così le grandi doti

 

 

  1. Equilibrio nelle decisioni

Accontentarsi è assumersi una responsabilità

Se sei il primo ad accontentarsi sarai il primo a doversi giustificare

Chi non si accontenta mai non avrà mai nulla

Un difetto e un pregio possono essere la stessa cosa

Equilibrio o lanciare il cuore oltre l’ostacolo?

 

  1. Il Sogno, gli obiettivi e le frustrazioni

Emulazione ed effetto “anche io posso farcela”

Emilia-Romagna:  motori e Rock

Pensa fuori dagli schemi: 100 giorni da pecora o 1 da leone?

100 giorni da turnista o 1 da “Varini”? La percezione del “successo”

Al tavolo dell’Artista

Reggere la frustrazione

“Il Re è nudo!”

La fortuna di vedere sorridere le persone

L’allenamento controvento, la “sfiga” come opportunità

 

  1. Il pensiero, la parola e le azioni che ne derivano

Il Karma delle parole – vandalismo mediatico

Il tormento che porta alla creazione

Delimitare il campo d’azione significa amplificare le idee

Gli aiuti che vengono dagli aforismi

 

  1. Un po’ di me: i miei anni ‘80

Ti racconto di me, di quello che mi ha portato fin qui

I miei anni ’80: i miei inizi, la pastura e l’aquilone

 

  1. Un po’ di me: i miei anni ‘90

Il lavoro del musicista

Il lavoro di “dimostratore di chitarre”

Capire la propria “Mission”

Il primo “turno” in studio

Demo Tape

L’incontro con Filippo Neviani (Nek)

L’occasione importante: Sanremo

Una scelta difficilissima, in un momento importante

L’incontro con Biagio Antonacci

Il primo concertone a Roma

Una perdita improvvisa e devastante

Potrebbe andare peggio?

Cosa non ti racconterò…

Gli incontri con Mina e Andrea Bocelli

Una nuova partenza

Apprendere per vasi comunicanti

 

  1. I miei anni 2000

L’incontro con Laura Pausini

L’umiltà, il rancore e la frustrazione

Il “Massimo Varini Trio”

L’incontro con Manuela Villa

La svolta acustica

La vittoria a Sanremo

… e lo Zecchino d’Oro?

L’avventura e il progetto “Eko Guitars”

 

 

  1. Conclusioni

 

#comelapasturaperilpescatoreeilventoperlaquilone

#illibrodimassimovarini

Recensioni

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.